L’Associazione

DSCF3378L’Associazione “I sogni di Benedetta” è un’associazione di volontariato socio-educativo nata nel 2013.
Come dice lo statuto dell’Associazione:
L’Organizzazione non ha fini di lucro, si avvale in modo determinante delle prestazioni personali volontarie e gratuite dei propri aderenti. L’Associazione persegue fini di solidarietà sociale, in particolare si propone di:
• diffondere una cultura di rispetto e attenzione alle esigenze dei bambini
• sostenere iniziative a carattere educativo nei confronti dei bambini per favorirne la soggettività, il protagonismo e il benessere in ogni ambiente di vita (scuola, famiglia, società civile)
L’Associazione intende attuare una serie di attività che abbiano come fine:
• lo sviluppo socio educativo e culturale dei bambini attraverso l’esperienza del gioco e dell’espressione di sé
• la diffusione di una cultura dell’accoglienza, del rispetto e della valorizzazione delle esigenze dei più piccoli all’interno della comunità umana
[articolo 3]

L’associazione nasce a seguito della tragica scomparsa della piccola Benedetta Boracchia, una bambina di 5 anni morta improvvisamente a causa di un impensabile incidente il 7 settembre 2012. A seguito di questo evento i familiari e gli amici, vista la straordinaria manifestazione di affetto e di solidarietà scatenata intorno alla piccola Benny hanno deciso che da un episodio così drammatico doveva e poteva nascere qualcosa di buono e di bello, un segno piccolo ma importante da affidare al futuro per tanti altri bambini.

Durante la Messa si indicò di indirizzare i denari raccolti alle necessità del reparto di Pediatria dell’Ospedale della Spezia. Non si pensava certo che i fondi raccolti fossero così tanti. Tant’è che in prima battuta si è riusciti a finanziare insieme all’Associazione “Real Flavor” l’acquisto di un ecocardiografo pediatrico per il costituendo ambulatorio cardiologico infantile dell’Ospedale Sant’Andrea della Spezia.
Durante l’omelia della celebrazione del 9 settembre 2012 il parroco don Piercarlo aveva trasmesso tanto coraggio e tanta speranza a tutti affermando che Benedetta in quel momento era già in paradiso a giocare in un bellissimo parco giochi.

DSC_0095-001Nei mesi successivi alcuni amici fra cui il futuro presidente dell’associazione organizzarono un pellegrinaggio in Terra Santa e chiesero al papà e alla mamma di Benedetta se ci fosse un modo per ricordare Benny laggiù. La richiesta colse i genitori molto di sorpresa perché era un’idea a cui non si aveva assolutamente pensato…anche se il pensiero di impiegare correttamente i tanti soldi che stavano arrivando cominciava ad impegnare le menti e i cuori di tutti. Un altro tassello importante, quasi una pietra fondativa dell’associazione è sicuramente il forte legame di amicizia che unisce la famiglia di Benedetta a fratel Marco Cosini, piccolo fratello della comunità Jesus Caritas. Da un confronto con lui nasce infatti l’intuizione che darà gambe ai “Sogni”… sentendo parlare di un segno in terra santa per ricordare la piccola Benny fratel Marco suggerisce la possibilità di finanziare la realizzazione di un parco giochi proprio nella terra di Gesù e proprio nella città dove Gesù è stato bambino è sembrata come la composizione di un puzzle perfetto che andava assolutamente realizzato.
Da questa prima intuizione e grazie ai generosi contributi in denaro è nata l’idea di un ponte di amicizia con la Terra Santa e con i bambini di quella terra tanto bella ma anche tanto martoriata dalla guerra, dalla divisione e dall’inimicizia. Tutto questo ha consentito di realizzare un sogno ovvero edificare un parco giochi nuovo di zecca a Sefforis presso l’Istituto Socio assistenziale delle suore di Sant’Anna.
Da giugno 2013 il parco giochi intitolato a Benedetta è una realtà e gli oltre 70 bambini dell’Istituto giocano e si divertono in quello che molti hanno definito il più bel parco giochi di Israele.

Atto Costitutivo

Lo Statuto

Rendiconti Annuali

Commenti chiusi